Anteprima Wallet Per Criptovalute

Wallet per criptovalute, quale scegliere e come funzionano?

I wallet per criptovalute sono la variante digitale dei portafogli utilizzati per la moneta tradizionale, ma cosa sono e come funzionano?

Come accade per la moneta tradizionale anche per le criptovalute esistono dei portafogli o anche detti wallet in cui è possibile conservare i propri fondi. Ogni criptovaluta ha dei wallet ufficiali o compatibili, in alcuni casi esistono dei wallet multi-valuta capaci di custodire diverse tipologie di criptovalute all’interno di un solo portafogli. Vediamo insieme cosa sono e come funzionano.

Cos’è un wallet per criptovalute?

Il wallet per criptovalute è praticamente un portafogli digitale anonimo, poiché alla creazione di un wallet non è richiesto nessun dato che possa ricondurre al proprietario. Ogni portafogli digitale è composto da una chiave pubblica e una chiave privata. La chiave pubblica è utilizzata per poter ricevere i pagamenti, proprio come accade con l’iban di un conto bancario, mentre la chiave privata ci qualifica come i possessori delle nostre criptovalute sulla blockchain, è da custodire quindi, con molta attenzione.

Nella maggior parte dei casi l’accesso al wallet avviene attraverso una password o delle credenziali di accesso, a seconda della tipologia del wallet utilizzato. E’ bene precisare che le criptovalute non sono presenti nel wallet, ma risiedono nella blockchain. Il wallet è quindi solamente un tramite per poter interagire con le criptovalute ed utilizzarle.

Tipologia di Wallet

I wallet per criptovalute sono suddivisi nelle seguenti categorie: Paper Wallet, Web Wallet, Desktop Wallet, Mobile Wallet e Hardware Wallet. Ognuna di queste categorie ha diverse caratteristiche ed è idonea ad un determinato utilizzo, vediamole nel dettaglio.

Paper Wallet

Il Paper wallet non è altro che un foglio di carta su cui è indicata la chiave pubblica del wallet (utilizzata per ricevere pagamenti) e una chiave privata (utilizzata per spendere o trasferire le criptovalute ad altri wallet). Su questo portafogli cartaceo è inoltre presente un QR-code che attraverso la scansione rende le operazioni di utilizzo più veloci.

Chiave privata è ciò che ci qualifica come i possessori dei fondi su una determinata blockchain.

I paper wallet possono essere creati attraverso determinati siti web, nel caso di bitcoin è possibile utilizzando BitAddress, Bitcoinpaperwallet e molti altri. Una volta creato il proprio wallet si potrà procedere al download in formato pdf per poi stamparlo e poterlo conservare offline in un luogo sicuro.

La sicurezza è una delle caratteristiche principali di un paper wallet, in quanto essendo un portafogli offline è immune da potenziali attacchi. Ovviamente prima di procedere alla creazione di un qualsiasi paper wallet è molto importante assicurarsi che sul proprio dispositivo non siano presenti virus, malware, spyware e generare le chiavi private scollegandosi da internet. Questa tipologia di wallet è generalmente utilizzata da chi intende custodire le proprie criptovalute a lungo termine.

Esempio di un paper wallet per bitcoin
Paper Wallet

Web Wallet

I web wallet sono molto diffusi in quanto la loro praticità di utilizzo permette di accedere ai propri fondi in modo rapido e da qualsiasi dispositivo connesso ad internet, solitamente attraverso delle credenziali di accesso come username e password.

Sebbene questa tipologia di wallet è molto utilizzata viene anche considerata una delle meno sicure, poiché le chiavi private vengono trasmesse e in alcuni casi anche conservate in rete, rendendole quindi potenzialmente vulnerabili ad eventuali attacchi. In questa categoria rientrano anche i wallet degli exchange dove vengono depositate le criptovalute successivamente all’acquisto. In quest’ultimo caso sono gli exchange a possedere le chiavi private dei wallet, ed è quindi consigliabile non detenere mai propri fondi per lunghi periodi su queste piattaforme, ma spostarli su wallet personali di cui abbiamo il pieno controllo.

Schermata di un web wallet
MyEtherWallet

Software Wallet

Software wallet o anche chiamati Hot Wallet sono praticamente software o estensioni del browser, da installare sul proprio computer o smartphone: i più utilizzati sono MetaMask, Exodus e Trust Wallet. Hanno un buon livello di sicurezza e offrono il pieno controllo dei propri fondi e delle chiavi private in quanto vengono custodite e criptate all’interno del proprio dispositivo. Dal momento in cui questi Wallet sono criptati, ad ogni accesso sarà richiesto di inserire una password precedentemente scelta. Essendo questi wallet dei software installati sul nostro computer è fondamentale salvare la seed phrase e custodirla in un luogo sicuro, essa ti permetterà di accedere alle tue criptovalute da altri dispositivi o nel caso in cui il tuo computer smettesse di funzionare o diventasse per qualsiasi motivo inaccessibile.

Seed phrase è composta da 12 o 24 parole e serve per recuperare un portafogli con i relativi fondi anche se il tuo computer venisse distrutto o perso.

Gli Hot Wallet sono considerati un buon compromesso tra sicurezza e versatilità per chi vuole conservare le proprie criptovalute o intende utilizzarle frequentemente. Tuttavia bisogna accertarsi sempre che il proprio dispositivo sia esente da virus, malware, spyware.

Dashboard di Exodus Desktop
Exodus Desktop Wallet

Mobile Wallet

mobile wallet sono molto simili alla variante desktop e sviluppati specificamente per i dispositivi mobili. Molti dei desktop wallet sono anche disponibili su mobile per i sistemi operativi più diffusi come Android e iOS. I Mobile Wallet sono ideali per transazioni e pagamenti quotidiani garantendo un buon livello di sicurezza come nelle versioni desktop poiché anche nella versione mobile l’accesso al portafogli è protetto da password. Anche per la versione mobile bisogna accertarsi che il proprio dispositivo sia esente da virus al fine di non compromettere la sicurezza del proprio wallet.

schermata di Exodus Mobile wallet
Exodus Mobile Wallet

Hardware Wallet

L’hardware wallet è attualmente considerato il miglior modo per custodire le proprie criptovalute e hanno nella maggior parte dei casi la forma di una chiavetta usb. Le chiavi private vengono archiviate e criptate all’interno del dispositivo stesso, il quale non essendo connesso a internet risulta immune da eventuali attacchi. I più affidabili e utilizzati sono il Ledger e il Trezor. L’hardware wallet è generalmente consigliato a chi possiede grandi quantità di criptovalute o chi intende custodirle per un periodo di tempo piuttosto prolungato. Come per gli altri wallet per criptovalute anche in questo caso è molto importante salvare e custodire la seed phrase del proprio hardware wallet in modo da poter avere accesso ai fondi anche in caso di smarrimento o malfunzionamento del dispositivo hardware. Inoltre per poter accedere ed autorizzare le transazioni sarà necessario digitare un pin precedentemente scelto al momento della configurazione. Questo dispositivo hardware è uno dei pochi wallet per criptovalute ad avere un costo, in quanto prodotto da aziende operanti nel settore e specializzate nella sicurezza.

Ledger Hardware
Ledger Hardware Wallet

Sicurezza dei wallet per criptovalute

E’ molto importante non sottovalutare la sicurezza del proprio wallet. Le criptovalute sono basate su un sistema decentralizzato e quindi siamo solamente noi i proprietari e i responsabili della custodia delle monete che deteniamo. E’ FONDAMENTALE custodire la seed phrase e le chiavi private nel modo che riteniamo più sicuro, in quanto sarà l’unico modo per poter avere accesso ai nostri fondi in caso di smarrimento o malfunzionamento dei dispositivi. Ogni wallet per criptovalute presenta dei pro e contro, sta a noi quindi capire qual è la tipologia più idonea al proprio utilizzo e livello di sicurezza. 

Share: