Anteprima Recensione Ledger Nano X Come funziona

Recensione Ledger Nano X: cos’è e come funziona

Ledger è sicuramente un termine di cui avete sentito parlare diverse volte nei contesti relativi al mondo delle criptovalute. In poche parole, si tratta di un hardware wallet all’interno del quale è possibile detenere le proprie criptovalute, con un altissimo grado di sicurezza.

Molti, però, non sanno la differenza tra hardware wallet e altre tipologie di wallet. Se questo è il vostro caso, vi consigliamo di leggere la guida sui wallet per criptovalute in modo da avere le idee più chiare.

All’interno della seguente Recensione del Ledger Nano X, infatti, andremo a vedere nello specifico cos’è e come funziona.

Recensione Ledger Nano X, leader per la protezione delle criptovalute

L’azienda Ledger nasce nel 2014 grazie all’idea di 8 individui che, ad oggi, hanno creato una tra le migliori società a cui affidarsi per la custodia delle criptovalute. Ognuno di essi ha esperienza in sicurezza, crypto e business, con tanto di expertise nel settore blockchain e nelle sue applicazioni nel mondo reale.

L’azienda è cresciuta tantissimo fin dalla sua creazione, con sedi ormai dislocate tra SingaporeNew YorkZurigo e Parigi. La peculiarità di Ledger è quella di aver sviluppato un sistema operativo chiamato BOLOS. Questo viene integrato nei wallet hardware, ma anche all’interno di moduli di sicurezza per aziende, distinguendosi da tutti i suoi competitor che producono hardware wallet.

Con un Ledger, è infatti possibile firmare transazioni e approvarle senza mai rischiare di mostrare le proprie chiavi private. Come? Semplice: rimanendo sempre offline!

Recensione Ledger Nano X

Vediamo meglio come funziona un Ledger Nano nel dettaglio.

Ledger Nano X: primi passi

Abbiamo detto che un Ledger è un hardware wallet, ovvero un dispositivo fisico che consente di conservare le proprie criptovalute e asset digitali con un grado di sicurezza molto elevato. Quindi, prima di addentrarci nell’argomento, è bene sottolineare come tali dispositivi siano altamente raccomandati per chi tiene molto alla sicurezza e intende custodire le proprie criptovalute a lungo termine o farne un utilizzo sporadico.

Questo perché, se avete bisogno di fare operazioni di scambio molto frequentemente, probabilmente un Ledger renderà la procedura più macchinosa. Non perché sia complicato da usare, ma perché ha bisogno di essere collegato ad un computer o connesso ad uno smartphone, per l’approvazione delle transazioni tramite il dispositivo, a differenza di un wallet software, che richiede solo qualche click, a discapito però della sicurezza.

Detto questo, una volta acquistato il Ledger, riceverete una scatola col prodotto, un cavo per connetterlo al computer o altri dispositivi e, soprattutto, dei fogli su cui scrivere la vostra Recovery Phrase. 

Dovrete conservarla in un luogo sicuro e non mostrarla mai a nessuno, in quanto rappresenterà la chiave di accesso al vostro portafoglio.

Recensione Ledger Nano X guida completa

Anche se perdete il wallet fisico, venisse distrutto o semplicemente smettesse di funzionare, la Recovery Phrase vi aiuterà a recuperare tutti i fondi, semplicemente inserendola in un nuovo dispositivo.

Il primo step che dovrete fare è quindi collegare il Ledger al computer tramite il cavo. Verrà mostrata una frase di benvenuto e si potrà navigare nel menu del dispositivo tramite i due pulsanti laterali

Se si vuole recuperare un wallet già esistente (es. un vecchio Ledger fisico che avete perso ma di cui avete la Recovery Phrase), potete selezionare NO alla domanda “configure as a new device”.

Se il dispositivo è totalmente nuovo, invece, selezionate SI. Prima di continuare, assicuratevi di aver scaricato l’applicazione Ledger Live sul vostro computer. Potete scaricarla dal sito ufficiale Ledger, così da essere pronti agli step successivi

Generazione di un PIN

Una volta cliccato SI, vi verrà chiesto di creare un nuovo PIN per il vostro wallet. Questo rappresenta la password di sblocco del Ledger, quindi non è uguale alla Recovery Phrase, che consente di recuperarlo o di importarlo da altri dispositivi.

Il PIN viene infatti usato per sbloccare il dispositivo fisico, come una normalissima password impostato su uno Smartphone. Una volta settata, si digita nuovamente per confermarlo. Verranno poi mostrate le 24 parole della vostra Recovery Phrase.

Scrivetele a penna sul foglio in dotazione, e mai su un computer o dispositivi collegati ad internet, così da evitare la compromissione della Recovery Phrase da attacchi hacker o virus. Dopodiché, vi verrà chiesto in maniera causale l’ordine delle varie parole. Fatto questo, siete pronti ad usare il vostro Ledger.

Se questo articolo ti è stato d’aiuto e intendi acquistare un Ledger per la custodia delle tue criptovalute, puoi cliccare sul banner qui sotto. Contribuirai al supporto di questo sito, totalmente indipendente, per il lavoro svolto nella scrittura di questa recensione.

Ledger Live: come accedere

Una volta scaricato Ledger Live, si può accedere alla dashboard. Basta aprire l’app, e selezionare il dispositivo da configurare, ad esempio Ledger Nano X o Ledger Nano S. Al primo accesso verranno effettuate delle verifiche tramite il dispositivo, per confermare l’autenticità del vostro wallet hardware.

Una volta completato il passaggio, potete settare un’ulteriore password per l’app, avendo quindi un ulteriore strato di protezione (PIN dispositivo, password dell’app). 

Dopo aver accettato i termini e condizioni della piattaforma, ci troveremo finalmente nella schermata portfolio, dove avremo una panoramica generale del nostro portafoglio

Qui, infatti, potete vedere l’andamento dei vostri asset, il valore complessivo e i vari rialzi o ribassi in determinati timeframe (1 giorno, 1 settimana, 1 anno, sempre). Ma come si fa a depositare su Ledger? Vediamolo subito.

Come depositare su Ledger Nano X

Capire come depositare su Ledger è piuttosto semplice.

Per spostare i propri fondi da un Exchange o da un altro wallet come Metamask all’interno del proprio Ledger. Basta cliccare sul tasto Receive, scegliere il token che si vuole ricevere e copiare l’indirizzo che viene mostrato.

Recensione Ledger Nano X ricevere bitcoin

Dopodiché, dall’altro wallet dovrete inviare i fondi all’indirizzo appena copiato. Ricordiamo che per motivi di sicurezza, quando vi mostra l’indirizzo il dispositivo vi chiederà di confermare, che lo stesso indirizzo visualizzato sul computer sia identico a quello mostrato nel display del Ledger.

Stessa cosa vale quando si vogliono inviare fondi. Si clicca su Send, si seleziona il token e si incolla l’indirizzo desiderato, facendo sempre attenzione al network di riferimento e le commissioni che si vogliono pagare. Anche qui, vi verrà chiesta una conferma, da approvare tramite i tasti presenti sul dispositivo fisico.

Altre funzioni utili Ledger Live

La dashboard di Ledger Live presenta molte funzioni utili.
Come la sezione Discover, dove è possibile utilizzare il Ledger con diverse App integrate direttamente nel Ledger Live.

E’ possibile interagire con protocolli DeFi, utilizzare DEX come ParaSwap e 1inch oppure acquistare delle Gift Card utilizzando Bitcoin tramite Bitrefill e tanto altro.

Come usare lo swap su Ledger

In ogni caso, oltre alle funzioni Buy, Sell, Send e Receive, è anche presente la funzione Swap.

Anche qui, il funzionamento di Ledger risulta decisamente intuitivo. Basta recarsi sulla sezione Swap, e convertire le proprie criptovalute nel modo in cui si preferisce. In questo caso, però, le fees saranno maggiori di un normale Exchange come Binance, in quanto il servizio di scambio si appoggia a provider terzi, come Changelly.

L’iter è lo stesso di un qualsiasi CEX o DEX, quindi basta selezionare la moneta da scambiare da un lato, e dall’altro scegliere quella che si vuole ottenere. Suggeriamo di optare per il comando Fixed Rate se si vuole mantenere fisso il prezzo dei due asset per 30 secondi.

Ciò consente di evitare confusione al momento dello scambio. Se si seleziona Floating Rate, infatti, i cambi di valore saranno aggiornati ogni secondo e si rischierebbe di non capire bene se lo scambio è conveniente o meno. 

Conclusioni Recensione Ledger Nano X

In questa recensione del Ledger Nano X abbiamo capito il funzionamento di questo hardware wallet e perché è uno dei migliori metodi per conservare le proprie criptovalute in maniera sicura ed intelligente.
Inoltre l’utilizzo con l’app Ledger Live lo rende di facile utilizzo e versatile, specialmente se utilizzata sul proprio smartphone, collegando il proprio dispositivo via Bluetooth.
A differenza di Exchange o non-custodial wallet come Metamask, gli hardware wallet sono in grado di mantenere le chiavi private offline, difendendovi da qualsiasi attacco informatico.

Ovviamente, bisogna stare sempre attenti a furti del dispositivo fisico o, peggio ancora, della propria Recovery Phrase.

Se intendi conservare le tue criptovalute o i tuoi preziosi bitcoin, il modo più sicuro è sicuramente un hardware wallet!

Share: