Anteprima Recensione Exodus Wallet Come funziona

Recensione Exodus Wallet: Guida su come funziona

Exodus Wallet è un portafogli non-custodial che consente di detenere le proprie criptovalute in maniera decentralizzata e sicura. A differenza della detenzione dei token su piattaforme centralizzate come Binance o Coinbase Exchange, questo tipo di wallet permette di detenere non solo i fondi, ma anche le chiavi private.

Ciò significa che l’utente ha il pieno controllo delle proprie criptovalute ed è l’unico responsabile della loro custodia. Per intenderci, avere un wallet Exodus è come avere un wallet Metamask, ma con alcune differenze sostanziali che portano numerosi utenti a preferirlo per determinati utilizzi.
Se non conosci ancora bene le differenze tra le varie tipologie di wallet, ti invio ad approfondire l’argomento al seguente articolo.

Vediamo insieme in questa recensione di Exodus Wallet, come funziona e come usarlo.

Recensione Exodus Wallet come funziona: primi step

Prima di capire come installare Exodus Wallet è bene fare una premessa in modo da non perdersi durante i vari passaggi. Il portafogli o wallet deve essere scaricato nel computer o nel proprio dispositivo, e non è disponibile sotto forma di estensione del Browser come accade con Metamask.

Quindi, le informazioni rimangono offline quando si chiude il programma, ma torneranno online una volta avviato. In quanto a sicurezza, possiamo dire di essere in una via di mezzo tra l’hot wallet e il cold wallet, quindi un buon compromesso per chi vuole detenere fondi in sicurezza con un utilizzo frequente, ma semplice.

I vantaggi, a tal proposito, sono la compatibilità con sistemi operativi Windows, Linux e Mac, ma anche con quelli Android e iOS dei dispositivi mobili, dato che è disponibile anche una versione per smartphone.

Per quanto riguarda la storia, Exodus è nato nel dicembre 2015, e dopo vari aggiornamenti e partnership (tra cui quella con Trezor) è diventato uno dei migliori wallet per criptovalute disponibili, ma anche uno tra i più belli ed intuitivo come interfaccia grafica.

Vediamo subito come utilizzarlo!

Come utilizzare Exodus Wallet

Gli step da seguire per utilizzare Exodus Wallet e creare il portafogli, sono molto semplici, e cercheremo di elencarli nel modo più semplice possibile.

Come prima cosa, dovrete scaricare l’applicazione dal sito ufficiale se intendete installarla per Desktop, o tramite lo store del vostro dispositivo mobile, per lo smartphone.

Recensione Exodus Wallet

Una volta scelta la versione corretta in base al vostro sistema operativo, dovrete installare l’applicazione.

Quando la fase di installazione sarà terminata, troverete l’icona sul vostro Desktop o Smartphone.

Una volta aperta l’app, dovreste trovarvi di fronte ad una schermata come questa, la schermata principale.

Da qui potrete decidere di fare il primo deposito, ovvero di depositare per la prima volta delle criptovalute, creando quindi un nuovo wallet, oppure importare un wallet già esistente tramite la vostra seed phrase.

Successivamente al deposito dei fondi, Exodus vi chiederà di scegliere una password, come livello di sicurezza per poter accedere al wallet, e vi mostrerà le 12 parole che compongono la seed phrase.

Come ricevere fondi su Exodus

Ponendo il caso in cui vogliamo iniziare inviando dei bitcoin sul nostro wallet, ci basterà andare nella sezione wallet (in alto) e cliccare sulla voce Bitcoin. Poi, basta cliccare su “Receive” per visualizzare il proprio indirizzo BTC e inviare i bitcoin da un wallet già esistente o da un qualsiasi Exchange.

Come inviare criptovalute tramite Exodus

Per inviare le proprie criptovalute il processo è analogo. Ti basterà cliccare su “Send“, selezionare l’importo desiderato e inserire l’indirizzo del destinatario, e poi confermare.

Come scambiare criptovalute su Exodus?

Comprare criptovalute su Exodus tramite denaro FIAT come l’euro o il dollaro utilizzando carte di credito e metodi di pagamento simili non è possibile. Tuttavia, si può scambiare qualsiasi criptovaluta sfruttando il pratico Exchange interno del wallet.

Per esempio, è possibile scambiare Ethereum per Bitcoin o viceversa, nonchè scegliere tra oltre 150 criptovalute diverse.

E’ importante sapere, che per lo scambio delle criptovalute, è presente una soglia minima di monete in base al tipo di criptovaluta che si vuole scambiare, e attraverso l’exchange interno verrà addebitato l’1% di spread.

Exodus Wallet è sicuro?

Trattandosi di un portafoglio multivaluta e non-custodial, Exodus è senza ombra di dubbio un metodo sicuro per la conservazione dei propri fondi in cripto. Tuttavia, è bene sottolineare come la sicurezza dipenda esclusivamente dalle abitudini dell’utente e dal dispositivo su cui è installato.

Se, per esempio, installassimo il portafoglio su un dispositivo compromesso, con un virus, è ovvio che questi potrebbero accedere al wallet in men che non si dica. Ecco perché è consigliabile non conservare mai la seed phrase sul proprio device, ma custodirla offline, così che nessuno possa rubarla.

Opinioni su Exodus wallet: vantaggi e svantaggi

I vantaggi di un Wallet come Exodus sono molteplici nel momento in cui si decide di detenere degli asset per un utilizzo semplice e frequente.

Innanzitutto, possiamo dire che si tratta di uno dei modi più sicuri, ma non a livello dei cold wallet come un Ledger Nano X o Trezor. In secondo luogo, Exodus permette persino di mettere in staking alcune criptovalute in modo quasi automatico, per ricevere degli interessi dagli asset depositati che supportano il metodo di consenso della proof of stake, trovi un articolo dedicato qui.

Al momento, per esempio, è possibile ottenere fino al 5% APY su ADA, il 5,80% su SOL, il 14% su ATOM e il 3,25% su DAI.

Un ulteriore vantaggio è la presenza di un team di supporto disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 che, a differenza di wallet come Metamask o Trust Wallet, permette anche ai meno esperti di operare in tutta sicurezza e col massimo dell’intuitività.

Inoltre, la piena compatibilità con Trezor lo rende perfetto per operare in totale sicurezza e in modalità offline in coppia con un hardware wallet, per la massima sicurezza possibile.

Exodus non è un wallet che si presta alle interazioni con Dapp o altre piattaforme Defi o simili, per cui per poter interagire con esse sarà necessario importare la chiave privata del vostro wallet Exodus, direttamente in Metamask.

Conclusioni Recensione Exodus Wallet

Abbiamo visto in questa recensione di come Exodus wallet rappresenti un’ottima soluzione per chi ama operare con le criptovalute ma vuole godere di un buon livello di sicurezza senza troppi passaggi complicati. Una volta depositati i fondi al suo interno, si può facilmente inviare o ricevere criptovalute.

Exodus, si presta molto bene ad un utilizzo frequente e semplice, mi sento di consigliarlo per un semplice invio e ricezione dei fondi. Inoltre l’applicazione per dispositivi mobili è davvero ben fatta ed ha un’ esperienza d’uso tra le migliori mai provate! Inviare pagamenti in criptovalute, ti sembrerà davvero futuristico.

Share: