Anteprima EIP-1559 cos'è

EIP-1559, aggiornamento London sulla rete Ethereum

Negli scorsi giorni si è parlato molto di EIP-1559, che è stato attivato con l’hard fork di London. Questo aggiornamento relativo alla blockchain di Ethereum avvenuto all’altezza del blocco numero 12.965.000, ma di cosa si tratta e come funziona esattamente?

Che cosa significa EIP-1559?

EIP sta per Ethereum Improvement Proposal, ed è un modo per proporre delle migliore di sviluppo al protocollo della rete Ethereum, da parte degli sviluppatori.

Nella maggior parte dei casi, sebbene tutte queste proposte sono pubbliche, non generano molto interesse come EIP-1559, in quanto riguardano principalmente gli aspetti tecnici del protocollo.

L’interesse ottenuto per EIP-1559 è dovuto all’introduzione delle modifiche che apporta, riguardo la politica monetaria di Ethereum.

Come funziona EIP-1559?

L’obiettivo principale è quello di migliorare l’uso della blockchain di Ethereum rendendo le commissioni più stabili e prevedibili.

Le commissioni che si pagano sulla blockchain di Ethereum sono composte nel seguente modo:

  • Base Fee: Sono le commissioni di base che devono essere pagate per poter inserire la transazione nel blocco
  • Priority Fee: E’ un pagamento aggiuntivo alle commissioni di base, che viene pagato per far si che la nostra transazione sia processata quanto prima, avendo la precedenza su chi ha pagato solamente la base fee.

Se in precedenza i miner, guadagnavano sia dalle base fee che dalle priority fee, con il nuovo aggiornamento di Ethereum, le base fee vengono bruciate!

In questo modo, gli unici guadagni dei miner saranno ottenuti dalle priority fee e dalla block reward. Sebbene questo aggiornamento non va ad abbassare drasticamente il costo delle transazioni sulla rete, va a migliorare l’uso della blockchain di Ethereum, rendendo i costi delle commissioni più stabili.

Prima dell’aggiornamento la rete di Ethereum funzionava in base ad un asta, maggiore erano le commissioni che si era disposti a pagare e più alta era la possibilità che la transazione venisse inclusa nel blocco ed elaborata rapidamente. Con EIP-1559 appunto, si è scelto di regolare la dimensione dei blocchi in base al livello di congestione della rete, in modo che la base fee può aumentare o diminuire sulla base della domanda.

Con una dimensione dei blocchi dinamica è possibile validare più transazioni quando si verifica un maggior utilizzo della rete, riducendo le possibilità di avere transazioni in attesa, talvolta per ore.

Nella pratica, quando la rete non è congestionata si potrà sempre inserire la transazione nel blocco successivo pagando la base fee.

Nei momenti di congestione invece la base fee aumenta velocemente, con lo scopo di scoraggiare la domanda e ridurre la congestione, rendendo più prevedibile l’aumento o la diminuzione del costo della commissione.

L’aggiornamento dunque, non fa diventare Ethereum deflazionistico, ma tende ad abbassare il tasso d’inflazione, in quanto gli Ethereum emessi per ogni block reward sono sempre gli stessi.


Per qualsiasi tipo di dubbio o domanda non esitare a lasciare un commento oppure entrare nel gruppo privato dei Criptonauti su Facebook per essere sempre aggiornato riguardo le criptovalute!

Share: