Anteprima Cos'è la blockchain

Cos’è la blockchain e come funziona?

La tecnologia blockchain

Il concetto di blockchain fu introdotto da Satoshi Nakamoto (creatore del bitcoin) nel 2008 in un articolo intitolato “Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System“, e successivamente implementato nel 2009 come parte del Bitcoin.

E’ importante sottolineare che Bitcoin e blockchain sono due cose separate. La blockchain è la tecnologia alla base del Bitcoin e Bitcoin è solamente una delle tante applicazioni che utilizza questa tecnologia.

Uno degli utilizzi principali di questa tecnologia applicata alle criptovalute è di permettere a qualsiasi persona, in qualsiasi parte del mondo di effettuare transazioni senza la necessità di affidarsi ad istituzioni centrali, come possono essere le banche.

Cos’è la blockchain?

La blockchain o catena dei blocchi è un registro digitale condiviso dove vengono registrate tutte le informazioni che avvengono sulla rete per poi essere archiviate in blocchi. La blockchain è appunto formata da blocchi di dati, ogni informazione viene archiviata in un blocco e quando quest’ultimo blocco raggiunge il limite massimo di dati archiviabili, viene validato e sigillato, in questo modo non sarà più possibile modificarlo. Attualmente la blockchain, grazie alla crittografia e ai protocolli di consenso non presenta punti vulnerabili o falle di sicurezza, rendendo i dati memorizzati incorruttibili ed immutabili, questo è ciò che fa della Blockchain una tecnologia altamente sicura.

I blocchi

I blocchi sono la struttura della blockchain e vengono aggiunti in modo sequenziale. La connessione tra blocchi è garantita attraverso una prova matematica contenuta all’interno del blocco stesso mediante una funzione crittografica, la quale crea un collegamento matematico indissolubile tra ogni blocco che ne assicura la sequenzialità dal blocco precedente.

In pratica ogni nuovo blocco contiene la prova matematica detta hash del blocco precedente e l’hash del blocco corrente, di conseguenza se qualcuno tentasse di modificare le informazioni su un qualsiasi blocco andrebbe a cambiare l’hash del blocco corrente e dei successivi. Tuttavia l’hashing non garantisce la sicurezza della blockchain ma bensì rende evidente un eventuale manomissione, la sicurezza è garantita dal protocollo di consenso adottato dalla blockchain, il consenso è il processo utilizzato per determinare se una transazione è considerata valida o meno.

Come funziona la blockchain?

Nella maggior parte dei casi ogni transazione (nel caso di transazioni monetarie) viene registrata su un registro pubblico condiviso. Il registro è pubblico poichè può essere consultato da qualsiasi persona e i dati della transazione, quali mittente e destinatario sono mostrati in chiaro e resi accessibili da tutti. Nonostante i dati sono mostrati in chiaro la blockchain garantisce l’anonimato in quanto gli indirizzi pubblici dei wallet sono composti da una sequenza alfanumerica, il che significa che i fondi non sono riconducibili a nessuna entità del mondo reale ma a degli indirizzi pubblici ma di fatto anonimi. 

Esempio di come appare una transazione di 1 Bitcoin tra due persone:

1FcVoJHBLGRR5d2VV9h7Lv71aLpbRmZK7w – Mittente

 1BTC – Totale trasferito

15mjSnA2rLTVuCMDHFLMJWkiueoFvw9E36 – Destinatario

 I miner che sono parte attiva del network presenti in tutto il mondo provvedono a legittimare e convalidare le transazioni generate. Una volta che la transazione è presa in carico e approvata viene registrata sul database condiviso. Tutte le transazioni registrate a loro volta vengono immagazzinate in un blocco, all’esaurimento dello spazio di un determinato blocco questo viene sigillato e un nuovo blocco verrà aggiunto sequenzialmente al precedente pronto per poter registrare ulteriori transazioni. 

Per svolgere tali compiti i miner vengono ricompensati con la criptovaluta della rellativa blockchain su cui operano. Esempio: I miner che operano su Blockchain Bitcoin guadagnano ricevendo dei bitcoin o frazioni di esse per ogni blocco convalidato e dalle commissioni pagate dagli utenti per le transazioni effettuate.

Conclusioni

Uno degli utilizzi principali della tecnologia blockchain applicata alle criptovalute è la possibilità di scambiare valore senza necessità di intermediari o autorità centrali. Questa tecnologia non esente da problemi ma in continuo sviluppo, consente a chiunque di creare denaro senza la necessità di un autorità centrale. Per molti è considerata la tecnologia che rivoluzionerà internet e l’infinità di settori a cui può essere applicata.

Share: